Osteopatia

 

Che cos’è l’osteopatia?

L’osteopatia è un sistema di medicina manuale, basato sulle scoperte cliniche e sulle esperienze di un medico americano, Andrew Taylor Still.

L’osteopatia fonda le sue radici sul concetto olistico, secondo il quale il corpo umano non è un insieme costituito da parti a sé stanti ma è un complesso organizzato dove ogni parte dipende da tutto il resto.

Tutte le parti del corpo sono collegate fra loro e si influenzano reciprocamente in modo tale che un problema strutturale o funzionale di una zona può compromettere l’efficienza di un’altra zona organica. L'osteopatia mira al mantenimento e al ripristino dell'omeostasi corporea: una condizione di equilibrio che si realizza attraverso la cooperazioni dei vari sistemi che costituiscono il nostro corpo

Si tratta di un equilibrio dinamico, continuamente soggetto ad aggiustamenti ed influenzato dagli avvenimenti dell'ambiente esterno. Dove c'è movimento c'è possibilità di adattamento e quindi di equilibrio. Se questa possibilità di adattamento viene meno e il movimento è alterato o interrotto nasce la malattia

L’obiettivo dell’osteopata deve essere quello di trovare la salute

Tutti sono capaci di trovare la malattia

L'osteopatia non si accontenta di ripristinare soltanto la funzionalità di un determinato settore, ma cerca di capire perché proprio in quella determinata parte si è creata questa alterazione e perciò non si ferma al sintomo specifico ma va alla ricerca della causa perché l'essere umano non può essere diviso in compartimenti a se stanti rigidamente definiti

Cosa tratta l’osteopatia?

Poiché l’osteopatia riequilibra le funzioni vitali e i disturbi funzionali, agisce con uno scopo curativo ma soprattutto preventivo, le indicazioni per un trattamento osteopatico sono molto ampie e indicate per tutte le fasce d’età.

DISTURBI ALLA COLONNA: lombalgie, lombosciatalgie, cervicalgie

TRAUMATISMI: Distorsioni, colpi di frusta, dolori tendinei e muscolari

DISTURBI VISCERALI: Problemi digestivi, stipsi, Colite, ernie iatali, dolori mestruali, reflussi gastro-esofagei

DISTURBI NEONATALI: traumi da parto, rigurgiti, coliche gassose, otiti, insonnia, distrofismi

DISTURBI DELLA CRESCITA: atteggiamenti posturali viziati, alterazioni occlusali, visive, podaliche, scoliosi

DISTURBI GNATOLOGICI: dolori miotensivi, ATM, Click articolari

TRAUMI SPORTIVI: tendiniti, dolori articolari, esiti di infortuni, dolore nell’esecuzione del gesto atletico, dolori da sovraccarico, alterazione della coordinazione

Quando rivolgersi all'osteopata?

In tutti i casi in cui vogliate controllare e correggere la vostra postura. Non necessariamente ci si rivolge all'osteopata quando si sta male, una sana abitudine per garantire al proprio corpo un equilibrio sarebbe farsi trattare un paio di volte l'anno, senza aspettare di soffrire di patologie articolari come il mal di schiena o alla cervicale.

Sicuramente nel momento acuto di dolore, la terapia manuale osteopatica agisce in maniera netta e senza l'ausilio di farmaci riducendo il dolore e l'infiammazione. Pochi trattamenti vi daranno un beneficio globale e duraturo nel tempo. Sempre di piú la medicina tradizionale e le persone stesse si stanno avvicinando a questa disciplina che permette la cura delle patologie muscolo scheletriche e non solo, con il solo utilizzo della terapia manuale.

 

" L'Osteopatia si basa sulla perfezione del lavoro della Natura. Quando tutte le parti del corpo umano sono in ordine stiamo bene. Quando non lo sono la conseguenza è la malattia. Quando le parti vengono riaggiustate la malattia lascia il posto alla SALUTE. Il lavoro dell'osteopata consiste nell'aggiustare il corpo portandolo dall'anormalità alla normalità; dopodiché la condizione anomala cede il posto alla condizione normale e la salute ne è il risultato" A.T. Still